▷ L'Allevamento del Pastore Maremmano Abruzzese - Allevamento di Santamaria - Cariati, Cosenza, Calabria
Home La Razza Allevamento I Nostri Cani Cuccioli Dove Siamo News Fotogallery

Allevamento amatoriale a scopo sportivo

Calabria           Cariati Marina          Tel. 333/6812818       alfonso@vascellero.it


 

 


La Passione per la cinofilia

Mio padre, cacciatore con i cani da ferma, da bambino mi raccontava che al momento della mia nascita, dietro la porta della camera di mia madre, c’era ad attendermi LULU’, magnifica femmina di setter gordon, specialista alle quaglie selvatiche nei grani e nei medicai della campagna di Cariati.
Da tempo immemorabile  un vecchio adagio dice: “non c’è uccello nato che non passi per CARIATI”, forse coniato dai cacciatori perche qui è stata sempre praticata in primavera la caccia alle quaglie ed alle tortore provenienti dall’Africa,  negli anni cinquanta e sino alla soppressione di tale esercizio, i cacciatori  venivano da tutta Italia, per questa magnifica caccia.
Lulu’ rimane scolpita nella mia memoria,  compagna di giochi e di vita.
A lei mi aggrappavo nel muovere i primi passi, lei trainava un improvvisato carretto di legno, comprese le ruote, strumento arcaico di  divertimento, lei seguivo da bambino a caccia con mio padre, nella marina di Cariati, quando, al volo delle quaglie,nei grani e nei medicai, si ergeva sulle zampe posteriori, nelle sue magnifiche ed uniche ferme al frullo.
Per lei ho pianto  la prima volta la perdita di un cane.


Con Lulu’ è iniziata questa mia passione che nel tempo è maturata,si e modificata ed ha permeato tutta la mia vita.
Dopo di lei tante Lulu’ sono seguite nei pointer e nei lawerak che ho cresciuto, sin da sei anni, per l’attività venatoria da me  iniziata prestissimo, riponendo questo nome nella mia memoria quando invece ho iniziato ad allevare con regolare affisso “ DI SANTAMARIA “ i setter inglesi  da lavoro.
Pastori tedeschi, doberman, boxer, alani e poi pastori maremmani abruzzesi.
Doberman e boxer pochi, alani e pastori tedeschi diversi, con ottimi risultati agonistici, in Italia ed anche in Germania, per approdare ai cani nazionali, bianchi e nobili .
Devo dire comunque che ho sempre avuto un maremmano rustico, nel mio giardino, che mi veniva regalato  dai pastori con i quali mi relazionavo nello studio legale di mio padre.
Ricordo ancora  il piacere che provavo, nel vedere  quei batuffoli candidi che facevano capolino nell’ombra delle  stalle,  quando andavo a ritirare questi magnifici e preziosi doni, con gli occhietti ed il tartufo nero che spiccavano sul mantello.
Le mie metamorfosi nell’allevamento sono state sempre motivate.
Gli alani ho smesso di allevarli per la loro particolare aggressività verso gli altri animali, infatti  dopo numerose  ferali morsicature a capre, maiali, vitelli, interi pollai ed anche tra di loro, la goccia che ha fatto traboccare il vaso è stata  l’aggressione e morte di una poni, Caterina, che avevo regalata a mia figlia Teresa di appena tre anni, con la quale una arlecchina , da due anni, condivideva un recinto di oltre tremila metri quadri.


I pastori tedeschi poi me li hanno fatti  lasciare l’esagerato business che intorno ad essi ruota creando feroci lotte nel club e la difficoltà nel mio territorio di formare  un buon gruppo per portare avanti l’attività agonistica .
L’approdo alla selezione dei bianchi pastori è sostanzialmente la definitiva maturazione della passione per la cinofila, frutto di tre generazioni della mia famiglia che mi è  geneticamente pervenuta da mia nonna  Felicetta.
La nonna, la madre di mio padre ha vissuto una vita accompagnata da cavalli, aquile reali, volpi addomesticate, cani di ogni razza ed in particolare boxer, canarini variopinti e pappagalli ancor di più, scimmie,oche e cigni, il tutto sino agli ultimi suoi giorni, con immutato amore.
Ora i maremmani riempiono il mio tempo libero e la ricerca zootecnica che mi ha sempre appassionato, di intesa con i miei amici” gentiluomini” Guglielmo ed Agostino, con l’augurio che ad essi possano unirsi ancora tanti amici veri ed appassionati con i quali lavorare  e vivere questo interesse difficile ma entusiasmante per la selezione del cane da pastore maremmano abruzzese.